gnatologia
Pubblicato da

Soffri di problemi mandibolari, le vacanze si avvicinano e non vuoi brutte sorprese?

Segui i consigli della nostra gnatologa per un’estate serena.

1) In vacanza con un po di ottimismo

È quasi un dato di fatto: in vacanza i problemi mandibolari migliorano spontaneamente nella gran parte dei casi! Complici un po’ di relax e il caldo, i nostri muscoli (e il nostro cervello) possono finalmente rilassarsi dopo un anno di corsa tra mille preoccupazioni. Preferite quindi posti caldi secchi e non eccessivamente ventosi per le vostre vacanze!

2) Attenzione alla pelle e al sole!

Per chi fosse già in terapia con uno gnatologo che avesse prescritto pomate miorilassanti da massaggiare sulle guance in caso di tensioni, attenzione a non esporvi al sole dopo l’applicazione (e comunque proteggete SEMPRE la vostra pelle!). Meglio applicarla la sera prima di coricarsi.

3) Le insidie dell’happy hour

Si sa, fare l’aperitivo è un vero piacere… Attenzione però alle insidie che i buffet nascondono: carote crude da sgranocchiare intere, panini difficili da masticare o grandi da addentare, noccioline o mandorle… Qualche consiglio: la verdura cruda va benissimo, purché tagliata a striscioline, i panini che non siano troppo imbottiti o troppo faticosi da masticare (se avete qualche dubbio è meglio un toast o una piadina o un sandwich croccante con i crackers) e infine masticate lentamente le noccioline (facendo anche attenzione ai pezzettini che si incastrano tra i denti, non è divertente se si decementa la capsula in vacanza…)

4) Solo mare e nuoto (libero?)

Nuotare è splendido… Però può essere molto faticoso per il collo, tanto più se si soffre di cervicale: meglio preferire il dorso piuttosto che la rana. Per lo stile libero meglio farlo indossando maschera e boccaglio, così da non sforzare troppo la regione cervicale.

5) Vacanze in barca (bene equipaggiate)

Per vivere al meglio il mare non c’è niente di meglio di una bella crociera in barca! Attenzione però, le barche sono luoghi estremamente umidi e, se di notte scende la temperatura o si alza il vento, muscoli e articolazioni possono risentirne moltissimo: non dimenticate mai l’asciugacapelli e qualche pareo asciutto da usare come sciarpa all’occorrenza!

6) Rilassiamo mente e corpo 

Sfruttiamo le vacanze per rimetterci in forma. Non ci sono più scuse, in vacanza non manca certo il tempo per un po’ di stretching, di yoga, di pilates o di qualunque altra attività che favorisca l’allungamento muscolare e la simmetria corporea. Quindi, ogni giorno, dedicate almeno mezzora a voi, ricordando sempre di coordinare ogni movimento con la respirazione per massimizzare gli effetti benefici.

7) Bite

Porto o non porto il bite in vacanza? Per non sbagliare, la risposta è SI. Detto ciò, se state meglio (chi non sta bene in vacanza??) e vi sentite rilassati, potete sospenderne l’uso per qualche notte senza troppi timori.

Dr.ssa Giulia BorromeoGnatologia e Odontoiatria del sonno

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da Lo Staff di Adec

Powered by Alessio Santo