Pubblicato da

Combattere l’alitosi durante la gravidanza

L’alitosi in gravidanza è un problema più comune di quanto si creda. Il più delle volte è una sgradita sorpresa che colpisce donne che non ne hanno mai sofferto prima. Ci possono essere molte motivazioni alla base di questo fastidio ma, il più delle volte, è un problema facilmente risolvibile.

Quali sono le cause?

  • Ormoni: la gravidanza, soprattutto nelle prime 12 settimane, porta sbalzi ormonali inusuali. Le variazioni di estrogeni e progesterone si fanno sentire anche nel cavo orale dove provocano un aumento del rischio di formazione della placca batterica.
  • Disidratazione: uno dei motivi più comuni dell’alitosi gestazionale è la secchezza della bocca o xerostomia. Durante la gravidanza in genere l’appetito aumenta per sostenere la crescita fetale, ma anche i volumi di acqua dovrebbero aumentare parallelamente. Se questo non avviene, le risorse d’acqua dell’organismo vengono intaccate e l’alitosi diventa un campanello d’allarme. Basta bere di più perché il fastidio scompaia.
  • Carenze di calcio: anche i livelli calcio, come quelli di acqua, devono essere aumentati per poter supportare le aumentate richieste del corpo e del feto. Quando i livelli di calcio non sono adeguati viene utilizzato il calcio dalle ossa e denti. Il deterioramento dei denti in questo modo provoca alito cattivo.
  • Malessere del mattino: colpisce oltre la metà delle donne in gravidanza e si verifica in genere tra la sesta e la dodicesima settimana di gravidanza. Comporta sensazioni di nausea e vomito. Inutile dire che questo malessere può facilmente avere come conseguenza l’alito cattivo. Il mix di acidi dello stomaco e dei cibi parzialmente digeriti lascia un alito sgradevole sia per la donna che per le persone vicine.
  • Cambiamenti dello stile di vita: la gravidanza può cambiare la propria routine quotidiana e le abitudini alimentari. L’appetito può portare alla necessità di pasti notturni, magari a base di snack zuccherati, dolci o cibi che incrementano la formazione di placca.

Quali sono i rimedi per l’alitosi in gravidanza?

Chi ha paura dei rimedi farmacologici, per salvaguardare il feto, non ha motivo di preoccuparsi, esistono una serie di rimedi e trattamenti casalinghi che possono risolvere il problema senza creare alcun rischio. Il primo e più importante è quello di prendersi cura della bocca e praticare l’igiene orale con grande cura e attenzione. Una visita periodica dal proprio dentista ed una di igiene dentale professionale sono ancor più raccomandate del solito. Nella pratica quotidiana, preferite uno spazzolino elettrico e spazzolate bene denti e lingua almeno due volte al giorno. Non dimenticate mai il filo interdentale.
Nei momenti di alitosi acuta aiutatevi con una mentina e sentite la bocca asciutta, bevete acqua in quantità. Attenzione alla dieta. Seguite i consigli dietetici del vostro medico ed evitate cibi grassi faticosi da digerire. Meglio una dieta controllata, sana e salutare,accompagnata da una costante idratazione.

Cerchi un dentista a Milano?

Chiamaci allo 02 878 200, siamo aperti tutti i giorni dell’anno dalle 9 alle 23. Oppure compila il form qui sotto per essere ricontattato.

Numero di telefono (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei miei dati personali

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da Lo Staff di Adec