prevenire la carie dentale
Pubblicato da

Come evitare la malattia più diffusa al mondo

Sapete qual è la malattia più diffusa al mondo? la carie dentale… più del raffreddore!
Non tutti si rendono conto di quanto questa patologia sia grave, sia in termini di costi economici e di salute generale, sia a livello sociale. Molteplici ricerche hanno dimostrato che la presenza di carie diffuse in bocca rende l’organismo più soggetto agli attacchi di agenti patogeni e aumenta il rischio di malattie cardiache.

Crea inoltre condizioni favorevoli all’insorgenza della piorrea o malattia parodontale, che sappiamo essere favorita dal diabete​ (e favorir​lo a sua volta​!​). Inoltre espone anche a problemi ​di ​postura (cioè di ideale posizione del nostro corpo nello spazio)​​, dovuti a una masticazione scorretta per la mancanza d​e​i denti persi​ per la carie.

La salute della bocca dipende dall’igiene quotidiana, dal tempo che le viene dedicato (8 minuti nell’arco delle 24 ore) ​e dall’uso di pochi, facili ed economici strumenti che abbiamo a disposizione. L’educazione all’igiene orale è essenziale per la prevenzione della carie e della gengivite. Il paziente deve attivarsi per ricevere informazioni adeguate e deve avere interesse a mantenere il proprio stato di salute. La buona igiene orale dev’essere parte integrante di uno stile di vita corretto, assieme all’esercizio fisico​ (cardiovascolare, di tonificazione muscolare e di flessibilità articolare), alla gestione dello stress, all’alimentazione​ basata principalmente sui vegetali​ e quindi​ al controllo del peso, all’abbandono del tabacco e alla moderazione nel consumo di alcol.

Poche e semplici regole da seguire

  • Il filo interdentale:  fatevi consigliare dal  dentista o igienista dentale quello più adatto alle vostre necessità e fatevi spiegare bene qual è il modo corretto di utilizzarlo. Usatelo tutti i giorni 3 volte al giorno, dopo colazione, pranzo e cena.
  • Gomme allo xilitolo: invece di usare lo spazzolino, subito dopo il filo interdentale masticate la gomma per circa 10 minuti. La gomma da masticare è utile sia per​chè rende tutta la bocca alcalina e quindi protetta, sia perchè calcio, fosfati e fluoro remineralizzano gli spazi interdentali già puliti con il filo, sia perché ​pulisce le zone masticanti meglio di q​ualunque altra cosa ( anche dello spazzolino, dentifricio o collutorio!).  Molto meglio che usare lo spazzolino per la salute della bocca: freschezza, pulizia , ambiente protettivo, ridotta abrasione.
  • Lo spazzolino: basta usarlo la sera, prima di andare a ​dormire: quello elettrico, molto più ​efficace e meno abrasivo  di quello manuale, ​avendo cura di spazzolare per un tempo di ​circa due minuti, ​perchè raggiunge molto meglio  tutte le zone della bocca.
  • Gel al fluoro: anche in questo caso fatevi consigliare dai vostri esperti nella scelta ed utilizzatelo da 1 a 3 volte alla settimana.
  • Igiene orale professionale: Per la maggior parte di noi un paio di volte l’anno​ è necessario fare le “grandi pulizie” ​della bocca presso un igienista professionista laureato​. L’esame accurato  che viene effettuato, insieme alla pulizia approfondita, eviterà cattive sorprese. ​E’ necessario avere sempre un appuntamento di igiene orale​ fissato​, con le cadenze necessarie alle condizioni della bocca. Preferibilmente, come facciamo noi dello Studio Adec, fissa​ndo l’appuntamento sempre con lo stesso professionista.

Avete dubbi?  Parliamone, ma ricordate che da qualche tempo la gomma è considerata dall’OMS (organizzazione Mondiale della Sanità) uno strumento di igiene orale! Chiedete all’igienista: Shila, Angela, Manuela, Sergio o Tommaso. Chiamateci al numero verde 800 10 20 20, vi aspettiamo!

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da Lo Staff di Adec