Pubblicato da

Non esiste lo sbiancamento con ultrasuoni, a meno che si intenda la pulizia effettuata dall’Igienista dentale anche con gli ultrasuoni (ma non solo con gli ultrasuoni). Questo è il primo passo che va fatto comunque prima dello sbiancamento: prima si pulisce , poi si sbianca. Lo sbiancamento col laser non è fatto dal laser, ma dalle sostanze sbiancanti(ossidanti)applicate sui denti che il laser attiva. Questa attivazione non è necessaria perché si possono applicare le stesse sostanze già attive che svolgono esattamente lo stesso lavoro. L’unica differenza sta nel fatto che con il laser, trattandosi spesso di una singola applicazione si devono usare gel molto più concentrati. Questi gel concentrati, uniti all’impatto del laser (a volte sono semplicemente lampade potenti di una lunghezza d’onda precisa) possono creare più problemi di sensibilità o danno alla polpa dentale di quanto possano fare i trattamenti con i gel sbiancanti (non sono paste). Inoltre le mascherine domiciliari preparate per lo sbiancamento con i gel possono essere usate molte volte e svolgere una funzione di gestione del colore dei denti “custom made” cioè adattata alle necessità specifiche del paziente. ADEC offre gratuitamente, a coloro che fanno lo sbiancamento, un “lifting” del colore dei propri denti a tutti i pazienti che fanno l’igiene orale con regolarità. Lo sbiancamento con il laser è fatto troppo di marketing, anche perché aziende intere si sono lanciate a vendere apparecchiature ed impegnano il professionista. Queste osservazioni non sono opinioni personali ma quanto da anni viene affermato da gruppi di ricerca indipendenti.

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da admin