Pubblicato da Lascia il tuo commento

“Birra… e sai cosa bevi” era uno slogan pubblicitario dei produttori italiani di birra vecchio di qualche decennio e non potrebbe essere più indicato per rivalutare una bevanda i cui benefici effetti sono stati recentemente confermati da più di uno studio. Premettendo che si parla sempre di un uso molto moderato, visto che è una bevanda alcolica, la birra ha dimostrato di possedere diversi effetti benefici per l’organismo grazie al suo ricco contenuto di antiossidanti, vitamine del gruppo B, acido folico, calcio, ferro, magnesio e potassio.

La birra

Più che una scoperta sarebbe più giusto parlare, storicamente, di una riscoperta. Già 13.000 anni fa i Sumeri, popolo che per primo ha documentato la produzione della birra, la definivano “ la bevanda che fa stare bene” e la offrivano in dono agli dei. L’importanza della birra era così elevata tra i Babilonesi che ne venivano prodotte circa una decina di diverse varietà aventi come base l’orzo, il grano o altri cereali. Inoltre ne era vietata la vendita perché tutti dovevano poterla produrre e farne uso e, addirittura, Il famoso codice del Re babilonese Hammurabi contiene una legge che stabilisce, secondo le classi sociali, le quantità di birra giornaliere : dai 2 ai 5 litri al giorno pro capite.

Tornando agli effetti benefici di questa bevanda, sono così sintetizzabili:

  • Cuore: gli antiossidanti e le vitamine del gruppo B contrastano la formazione di omocisteina, una delle prime cause di patologie cardiache ed inoltre i polifenoli del luppolo favoriscono la produzione di colesterolo HDL il cosiddetto “colesterolo buono” che è estremamente importante per la salute dell’apparato cardiocircolatorio

  • Effetti antitumorali: un flavonoide contenuto nel luppolo, lo xantoumolo, sarebbe molto efficace del contrastare l’angiogenesi, una delle principali cause di sviluppo dei tumori. Lo sostiene uno studio dell’Istituto Nazionale per la ricerca sul Cancro

  • Diuresi: la birra ha basso contenuto di sodio ed alto di magnesio e potassio favorendo la produzione di urina e, quindi, la diuresi

  • Anti-aging: gli antiossidanti della birra contrastano l’invecchiamento della pelle e, secondo quanto dichiarato dai ricercatori dell’Istituto di Agrochimica e Tecnologia degli alimenti, avrebbe la capacità di aumentare la produzione di estrogeni, rallentando l’arrivo della menopausa.

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da Lo Staff di Adec

Powered by Alessio Santo