Pubblicato da Lascia il tuo commento

Sei ansioso, di cattivo umore, tendente alla depressione? Non andare in farmacia ma al supermercato o, ancora meglio, in qualche buon negozio di prodotti alimentari.

Secondo una ricerca americana pubblicata sul Washington Post tutto ciò di cui c’è bisogno per combattere ansia e depressione lo troviamo in alcuni alimenti.

Il cibo ed il cervello

Sarebbero 10 gli elementi presenti nei cibi che interagiscono con il nostro cervello rasserenandoci e portando il buonumore:

Calcio: presente nel latte e nei suoi derivati se basso ha un ruolo nelle sindromi premestruali.

Cromo: oltre ad essere un aiuto nel metabolismo dei cibi aumenta i livelli di produzione di serotonina, neurotrasmettitore con un ruolo fondamentale nella regolazione dell’umore e melatonina, prodotta dalla ghiandola pineale o epifisi, ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia. 

Il cromo si trova in buone quantità tra l’altro nei broccoli, nell’uva nelle banane nelle patate e nel petto di tacchino.

Acido folico: o vitamina B9 è un regolatore dei livelli di serotonina. Insieme alla vitamina B12 è usato anche nei farmaci antidepressivi perché ne potenzia l’effetto. Si trova in molti vegetali come spinaci, asparagi, cavoli, negli agrumi ed in molti cereali.

Ferro: trasportatore di ossigeno contribuisce a regolare i livelli di serotonina e se non è presente in quantità adeguata provoca stanchezza e depressione. Lo si trova in moltissimi alimenti anche di origine animale ma è sempre meglio assumerlo per via vegetale (lenticchie, asparagi) piuttosto che con le carni rosse come il manzo.

Magnesio: E’ un coenzima presente nelle funzioni di 350 enzimi e svolge quindi un compito importantissimo nel metabolismo umano. E’ molto presente nei vegetali e nella frutta secca. Se scarseggia provoca affaticamento, cattivo umore, ansia.

Omega 3: sono acidi grassi molto presenti nei pesci come trote e salmone ma anche in molti vegetali come broccoli e spinaci. Anche in questo caso la carenza provoca affaticamento ed irritabilità oltre ad avere effetto sulla memoria.

Vitamina B6: o piridossina, presente in moltissimi alimenti sia vegetali che di origine animale è importantissima oltre che per regolare i livelli di serotonina e melatonina anche per la formazione della guaina mielinica dei nervi e svolge un ruolo importante nella protezione del cervello e nella prevenzione di malattie degenerative come il parkinson e la demenza di Alzhaimer. 

Vitamina B12: fondamentale sia per quanto riguarda i disturbi dell’umore e la depressione tanto che la sua carenza può portare anche a stati di paranoia, la B12 è altrettanto fondamentale per lo sviluppo dei tessuti nervosi. È l’unica vitamina non presente negli alimenti di origine vegetale per cui la dieta dei vegetariani e vegani ne è priva per cui i vegani devono utilizzare integratori alimentari a base di cianocobalamina.

Vitamina D: Viene sintetizzata con l’aiuto della luce del sole, quindi d’inverno è più probabile soffrire di carenze di questa vitamina importante nello sviluppo delle cellule e nella regolazione degli stati d’ansia.

Zinco: Anche questo metallo è molto importante per la regolazione dell’umore e la sua carenza favorisce gli stati depressivi. Ma è molto importante anche perché presente in circa 200 complessi enzimatici.

Presente nei crostacei ma anche nei legumi e nella frutta secca. 

Adec raccomanda da sempre una dieta equilibrata e personalizzata. Per saperne di più venite a trovarci.

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da Lo Staff di Adec

Powered by Alessio Santo