Pubblicato da Lascia il tuo commento

La piccola palestra è normalmente a disposizione del personal trainer e dell’osteopata che si occupano di fitness metabolico per aiutare i pazienti di A New You a gestire, attraverso l’esercizio fisico, le patologie legate alla sindrome metabolica (sovrappeso, diabete, ipertensione) o per raggiungere una forma fisica perfetta e armoniosa.

Ogni lunedì, tuttavia, in orari attorno alla pausa pranzo la palestra si trasforma per un paio d’ore nella sala riunioni di Adec. Intorno a un grande tavolo si riuniscono gli specialisti dello studio per discutere dei casi più complessi di trattamento odontoiatrico e per confrontarsi su metodi di cura. Un momento di fusione di convivialità, tecnologia e scienza medica, durante il quale vedere modelli , foto, radiografie ingigantite, discutere ed elaborare i piani di trattamento ideali per ciascun caso. Un’abitudine diventata un punto fermo attorno a cui ruotano decisioni importanti dello studio. Naturalmente, alla fine, si parla anche di alimentazione sana e vegetariana!

Un’altra grande novità è la fusione di Adec ed A New You! L’attività di estetica medica e di prevenzione è diventata sempre più organizzata e meritevole di condividere tutte le risorse di Adec in un’unica più grande famiglia.

Le competenze di di A New You si sono man mano affinate in questi anni. Uniformandoci al modello ormai in vigore da tempo negli Stati Uniti dove lo studio dentistico tende ad incorporare attività medico-estetiche nei propri spazi, abbiamo deciso anche noi di fondere e integrare i due rami dell’attività medica, che muovono da principi e concezioni comuni: la prevenzione totale e la cura completa della persona,  fisica ed estetica.

Questo ci consente anche di fornire servizi di grande utilità per i pazienti.

Potrà capitarvi assai più facilmente, ad esempio, che lo specialista dermatologo o lo specialista in laser passi a scambiare qualche informazione quando siete meno impegnati tra un trattamento odontoiatrico e l’altro. Una vera e propria consulenza volante, totalmente informale e gratuita, che i nostri specialisti “del piano di sopra” potranno offrire in alcune giornate, periodicamente.

L’apprezzamento dei pazienti nei confronti dei criteri con cui Adec è gestita non è mai venuto meno neppure in momenti difficili sotto il profilo economico come quelli che stiamo vivendo.

Anche nel 2011 i risultati di Adec sono stati di segno positivo in tutti gli ambiti e hanno segnato una crescita, sebbene nessuna delle tariffe praticate sia stata modificata, come accade ormai da alcuni anni.

La moltiplicazione delle offerte commerciali nel campo odontoiatrico ha creato la falsa impressione che sia possibile garantire qualità delle prestazioni e tariffe ridotte. Non è così se si fanno valutazioni che guardano al lungo periodo: da sempre ci poniamo l’obiettivo di avere tariffe molto competitive. Lo facciamo da molti anni. Ma ci siamo posti dei vincoli che non vogliamo ignorare:

  • dedicare tempo adeguato per ascoltare e per curare (come se lavorassimo su noi stessi)
  • avere collaboratori di qualità, in tutti i campi
  • scegliere i materiali che ottimizzino il risultato
  • avere un’organizzazione sempre presente e capace, a 360°.

Spetta al consumatore finale di salute, ovvero al paziente, diventato oggi molto più competente che in passato, fare le sue valutazioni e dirigere in modo opportuno le sue scelte: la salute è troppo importante per lasciarla in mano solo ai medici. E tantomeno agli imprenditori. Questa è una affermazione che mi sento di fare anche sulla base della mia storia personale: la mia decisione di occuparmi di prevenzione odontoiatrica infatti è scaturita da frustrazioni come utilizzatore di servizi odontoiatrici insoddisfacenti.

Quindi, grazie a tutti i nostri pazienti, alle loro osservazioni, al loro entusiasmo.

Luciano Passaler

In questi giorni abbiamo inaugurato un altro pezzettino di Adec, che aggiunge spazio sia alla sala d’attesa, rendendola luminosa ed assai più grande, sia alla parte clinica: due nuove sale sono state aggiunte alle altre undici, che saranno utilizzate in modo precipuo per il lavoro di ortodonzia e pedodonzia. Per questo motivo, nella nuova sala attesa, il cui arredamento sarà completato nei prossimi mesi, i bimbi troveranno una zona più spaziosa a loro dedicata, con giochi e ampio schermo. Vedremo l’impatto di questa novità sui nostri piccoli pazienti: (forse) servirà a prepararli meglio alle cure della Dottoressa D’antino e della dottoressa Del Mar? Tutto da scoprire !

Rinnovare anche le zone accettazione sarà il successivo obiettivo da perseguire in questo progetto, per rendere disponibile ai nostri pazienti uno spazio amministrativo e di accettazione più funzionale e con maggiore privacy.

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da Lo Staff di Adec

Powered by Alessio Santo