omeopatia milano

L’Omeopatia è una medicina di cura e prevenzione delle malattie scoperto da Samuel Hahnemann (Meissen 1755-Parigi 1843) agli inizi del XIX secolo. Il principio fondamentale dell’omeopatia è la legge di similitudine.

Omeopatia a Milano

Chiedi un consulto omeopatico nel nostro centro di Milano chiamandoci al numero verde 800 10 20 20 o allo 02 878 200

L’etimologia della parola omeopatia deriva da due radici greche: homois = simile e pathos= sofferenza e significa quindi “simile alla sofferenza”. L’Omeopatia è una vera medicina olistica, una medicina cioè che rispetta l’essere umano nella sua naturale ed indivisibile complessità di psiche e corpo. In questa ottica, la malattia non è altro che il risultato di uno squilibrio generale della persona, che investe cioè l’individuo nella sua totalità, come testimoniano i sintomi psichici e di reazione all’ambiente che comunemente accompagnano le sofferenze locali.

Per i medici omeopati la malattia può essere curata utilizzando a piccole dosi quella sostanza che, somministrata ripetutamente ad un individuo sano, è stata in grado di provocare sintomi simili a quelli da curare. Le sostanze comunemente utilizzate a scopo terapeutico provengono dai tre regni della natura: vegetale, animale e minerale. Tutte sono sottoposte ad un particolare processo di diluizione e scuotimento (dinamizzazione), che ha il fine di eliminarne le proprietà tossicologiche, esaltandone quelle terapeutiche.

L'omeopatia agisce stimolando la reazione dell'organismo, di conseguenza è efficace in tutte le situazioni in cui l'organismo sia ancora capace di reagire; vi sono però situazioni in cui la capacità di reazione è molto compromessa, e quindi anche l'omeopatia può non essere utile. L’omeopatia spesso è utilizzata come complemento ad altre metodiche. La terapia omeopatica deve essere diretta da un medico, perché comunque prevede una diagnosi e una scelta terapeutica. Curare dunque per il medico omeopata, significa ricondurre in maniera dolce (ovvero senza sgradevoli effetti collaterali) la persona al suo equilibrio psico-fisico. I farmaci omeopatici, possono essere usati anche nell’infanzia e nelle donne gravide; non danno reazioni allergiche e non hanno controindicazioni. Questi farmaci hanno però una azione molteplice, potente e profonda sull'organismo, per cui devono essere ben conosciuti per essere adeguatamente prescritti. Ciò significa che l'omeopatia, non è adatta all'auto medicazione e deve essere prescritta da un medico.

Le 5 grandi categorie terapeutiche omeopatiche

  • L'omeopatia unicista classica. L’omeopatia unicista utilizza esclusivamente rimedi omeopatici, il medico omeopata unicista prescrive un solo rimedio dopo aver confrontato la totalità del paziente con la totalità dei sintomi che il rimedio ha provocato negli sperimentatori (patogenesi) e che sono raccolti nei libri chiamati Materia Medica. La scelta del rimedio è quindi il risultato di una conoscenza approfondita della Materia Medica che permette di applicare clinicamente la Legge dei Simili sul soggetto, considerato come essere unico ed irripetibile
  • L'omeopatia pluralista. Si avvale di più rimedi omeopatici, per questo il termine pluralismo. Le diverse sindromi in applicazione alle legge dei simili unitariamente come risultato di un unico squilibrio (unicismo) va considerare il soggetto nei diversi aspetti sintomatologici che può presentare (pluralismo). Di conseguenza viene prescritto un certo numero di rimedi contemporaneamente, mirati al superamento delle sintomatologie esistenti.
  • L'antroposofia. La medicina antroposofica utilizza medicinali omeopatici e antroposofici unitari e complessi e medicinali non omeopatici. Utilizza prodotti fitoterapici a rimedi diluiti e dinamizzati. La scelta del medicinale segue proprie regole peculiari, dettate dall'Antroposofia di Rudolf Steiner e quindi non esclusivamente le regole secondo la metodologia di Samuel Hahnemann.
  • Omotossicologia. L'omotossicologia utilizza medicinali omeopatici unitari e complessi e medicinali non tradizionalmente omeopatici. La scelta dei rimedi segue precise regole, proposte dal dott. Reckeweg. La presenza di molte sostanze derivate dalla biochimica moderna, le modalità di indicazione e prescrizione che ricalcano quelle della medicina ufficiale ne fanno un sistema terapeutico a se stante.
  • Le bioterapie. Le bioterapie utilizzano i rimedi omeopatici assieme a medicinali fitoterapici, rimedi della gemmoterapia, derivati minerali, derivati animali, con diverse modalità di uso. La scelta del medicinale segue gli schemi della nosologia medica ufficiale o schemi peculiari non rientranti nella logica terapeutica dell'omeopatia.Altre terapie non secondo la legge di similitudine che non utilizzano rimedi e dinamizzati.

Cerchi uno specialista in omeopatia a Milano?

Per maggiori informazioni sull'omeopatia nel nostro centro di Milano chiamaci al numero verde 800 10 20 20 o allo 02 878 200

Powered by Alessio Santo