protesi_mobile

Che cos'è la protesi dentaria?

La salute umana è una condizione risultante da un equilibrio multifattoriale. Fattori ambientali, genetici, stili di vita, fattori fisiologici, patologici e psicologici concorrono determinare ciò che definiamo lo stato di salute. In questo scenario generale la salute dell’apparato stomatognatico gioca un ruolo importante, perché va considerata come una condizione coinvolta in molte funzioni vitali, emozionali e sociali che possono avere una forte influenza sulla qualità della vita. Una delle affezioni dell’apparato stomatognatico che su scala globale presenta una elevata prevalenza, in particolare nella popolazione anziana è rappresentata dall’edentulia.

Nel 1990 l’organizzazione Mondiale della Sanità definì l’edentulia come una patologia, o meglio una condizione cronica invalidante, che seppur non correlabile direttamente per causalità a patologie o danni sistemici generali, viene considerata causa di gravi involuzioni fisiologiche delle strutture residue dell’apparato stomatognatico, possibile fattore di rischio all’esposizione di problemi tra i quali la malnutrizione, obesità, l’arterosclerosi e sicuramente causa di disagi emotivo-psicologico-sociali.

Da ciò il consiglio di provvedere con una protesi alla mancanza dei denti.

Esistono due tipologie di protesi: fissa e mobile. In seguito analizzeremo le caratteristiche di ciascuna di esse.

Protesi Fissa

I dispositivi protesici fissi vengono fissati direttamente ai denti ricoprendone totalmente la parte visibile (corona totale) per mezzo di cementi specifici, quindi non sono rimovibili. Ripristinano la funzionalità e l'estetica orale.

Protesi Mobile

La protesi dentale rimovibile è un dispositivo, come indicato dalla definizione stessa, rimovibile dal medesimo paziente, che ha lo scopo di sostituire gli elementi dentari mancanti con i relativi tessuti di supporto persi e di ripristinare e migliorare quindi funzioni e le abilità come la masticazione e parola, correggendo anche i difetti estetici del viso creatisi con la perdita dei denti. La protesi mobile è costituita da due “parti” un corpo che è la parte di resina rosa, ottenuta con le impronte e che ha lo scopo di sostituire i tessuti di supporto persi ovvero “ossa e gengive” ed un’altra parte costituita dai denti.

Quali sono i problemi che può dare una protesi e come risolverli?

La dentiera fa male.

Le protesi rimovibili totali e/o con ganci “appoggiano sulle gengive”, sono a supporto tissutale, quindi se sono presenti pressioni eccessive e/o sbagliate possono insorgere dolori o lesioni.

COME RISOLVERE? Tramite una visita specialistica è possibile capire se il problema è nel corpo della protesi (parte rosa), che provoca una pressione eccessiva sui tessuti di supporto, oppure nella parte dei denti che se non posizionati idealmente possono far sbilanciare la protesi provocando dolore.

La dentiera si muove/troppa pasta adesiva.

La pasta adesiva è un'opzione quando è necessario, non un vincolo indispensabile per la protesi. Le protesi stanno ferme, “tengono” grazie ad un fenomeno fisico di adesione tra le molecole della saliva quelle delle gengive e della resina, quindi la presenza della saliva nella giusta quantità e qualità è fondamentale. Il movimento di una protesi, però, può anche non dipendere dalla mancanza di saliva (farmaci, patologie…..), ma da una forma non ideale del corpo della protesi e/o dal posizionamento dei denti, entrambe fattori che possono farla sbilanciare e quindi muovere.

COME RISOLVERE? Una visita specialistica permette al clinico di capire quale sia il problema e poterlo gestire con un intervento sulla “parte rosa” o sui denti.

Difficoltà a parlare.

Quando si indossa una protesi la fonetica (la parola) ne risente, è normale e si ha più o meno rapidamente un adeguamento che porta ad un ritorno alla normalità. Può capitare però che rimangano per il paziente dei problemi nel “pronunciare” alcune parole o lettere.

COME RISOLVERE? Lo specialista può valutare le possibili cause del problema che possono risiedere: nell’altezza dei denti, nella posizione dei denti, nella forma della “parte rosa” della protesi o nel suo spessore; tutte cose tranquillamente risolvibili.

Probarbieriblemi d'estetica.

L’aspetto del terzo inferiore del viso (porzione naso/mento) per quanto riguarda l’altezza e il sostegno delle labbra e guance può essere pregiudicato da una protesi non ideale. Difetti come l’accentuazione delle rughe attorno alla bocca (solchi labio-mentali) o l’avanzamento del mento (progenia), o la sottigliezza delle labbra, possono essere imputati alla forma, dimensione della protesi e posizione dei denti.

COME RISOLVERE? Lo specialista in protesi mobile sapendo dove la natura richiede sia la posizione dei denti frontali e come debba essere il corretto supporto delle labbra può intervenire con le opportune modifiche per ripristinare una estetica corretta. Al momento della visita è anche possibile simulare davanti allo specchio il risultato delle correzioni possibili.

IN ADEC IL NOSTRO SPECIALISTA DOTT. CHRISTIAN BARBIERI TI CONSIGLIERA' COME PULIRE E GESTIRE LA TUA PROTESI DENTALE MOBILE. PRENOTA UNA VISITA AL NUMERO VERDE 800 10 20 20

Powered by Alessio Santo