Pubblicato da

Il rialzo del seno mascellare è un intervento chirurgico che consente di ripristinare un volume osseo sufficiente all’inserimento di impianti dentali (radici sostitutive di denti persi/mancanti) nelle zone posteriori del mascellare superiore che hanno subito dei riassorbimenti dell’osso.

Per quanto rappresenti un intervento complesso, è stato ampiamente protocollato e validato dalla comunità scientifica nel corso degli ultimi 30 anni. L’utilizzo di tecniche standardizzate e di materiali certificati lo rende pertanto una pratica sicura e routinaria nel campo della chirurgia orale. Ad oggi, grazie all’introduzione di recenti innovazioni tecnologiche, quali la chirurgia piezoelettrica, è inoltre possibile eseguire l’intervento minimizzando considerevolmente la sua invasività ed aumentando la precisione dell’atto chirurgico.

Sulla base del quadro clinico, può essere preferibile eseguire il rialzo del seno mascellare simultaneamente all’inserimento di impianti dentali oppure inserire gli impianti in una seconda seduta.

Il rialzo del seno mascellare non è tuttavia indicato per qualsiasi caso clinico che necessiti di impianti nel mascellare superiore posteriore.
La necessità dell’intervento, l’esclusione di eventuali controindicazioni allo stesso, e la scelta dei tempi e delle modalità esecutive devono sempre essere valutate tramite una adeguata visita specialistica con un implantologo / chirurgo orale.

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da admin

Powered by Alessio Santo