Pubblicato da

L’estrazione può essere un intervento più o meno semplice a seconda della situazione globale. È spesso più facile l’estrazione da soggetti giovani; inoltre, il dente del giudizio superiore può essere – a parità di condizioni – estratto più agevolmente di quello inferiore. A seconda dei casi, sarà fatta con o senza punti di sutura, o con diversi tipi di anestesia in intervento ambulatoriale. L’estrazione di un dente del giudizio completamente fuoriuscito è il caso più semplice e di solito non richiede accorgimenti particolari a parte l’anestesia locale e l’uso di un adeguato antidolorifico per uno o due giorni successivi. Anche l’estrazione di un dente del giudizio incluso è un intervento in genere eseguibile in anestesia locale. Il decorso dopo un intervento di routine è in genere rapido. Gonfiori e perdite di sangue sono possibili per diverse ore dopo l’intervento. Se la perdita è moderata, è da considerarsi normale durante il primo giorno dopo l’estrazione. In questi casi il paziente può mordere su una garza o su un fazzoletto di stoffa inumidito oppure su una o due bustine di te bagnate e strizzate. Per ridurre il gonfiore e la necessità di antidolorifici si consigliano impacchi di ghiaccio all’esterno della bocca, mentre sono sconsigliati cibi caldi, sigarette, caffè ed alcool, come anche risciacqui energici. I denti del giudizio inclusi possono essere estratti attraverso interventi in anestesia locale senza gravi disagi per il paziente. Riteniamo sbagliato ricorrere all’anestesia generale per l’estrazione dei denti del giudizio, salvo casi di pazienti fobici o con handicap. I tutti gli altri casi riusciamo a metter il paziente a suo agio e a fargli passare l’ansia che a volte prova. Se devono essere estratti tutti e quattro i denti del giudizio spesso lo si fa in due volte per ridurre il disagio al paziente: si estraggono i due denti di un lato in una prima seduta e gli altri due dell’altro lato in una seconda. Poiché l’estrazione del dente del giudizio superiore è in genere piuttosto veloce si dedica un po’ più di tempo a quello inferiore. I denti inferiori spesso sono più impegnativi e meritano la dovuta cura ed attenzione. Possiamo dire con soddisfazione, tuttavia, che il protocollo che utilizziamo riduce al minimo le complicanze ed i disagi. Le istruzioni, anche scritte, che diamo al paziente sono tali da accompagnarlo adeguatamente attraverso la fase di guarigione. La nostra costante presenza anche durante sabati, domeniche, festività e ferie fa sì che egli si senta sempre seguito e possa ricevere rapidamente una risposta ai suoi dubbi e domande.

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da admin

Powered by Alessio Santo